Siena: il vicesindaco Fulvio Mancuso si dimetta e non intervenga sulla Fondazione MPS

L’attuale vicesindaco di Siena Fulvio Mancuso, assessore con delega alle partecipate, oltre che ex membro CDA MPS Leasing (periodo Mussari), non ha mai risposto se corrisponde al vero, che la sua consorte (ex assessore della giunta Ceccuzzi ed ex membro della deputazione della Fondazione Mps di Mancini), aveva o ha, incarichi professionali presso la Fises (partecipata dal Comune di Siena e anche dalla Fondazione e MPS). Urge un’immediata risposta a questo interrogativo, e nel frattempo il vicesindaco Mancuso si dimetta e la smetta di intervenire ufficialmente e ufficiosamente, sulle nomine e sul futuro della Fondazione MPS. Ci pare giunto il momento, una volta per tutte, di tagliare con questi modi di essere amministratori pubblici, con conflitti d’interesse palesi, specialmente dopo aver firmato documenti come la Carta di Avviso Pubblico, che imporrebbe al Mancuso le immediate dimissioni, se solo il Mancuso ne osservasse i dettami, visto che il documento è stato recepito e sottoscritto da tutto il consiglio comunale. Il problema è che certi politici, ci vorrebbero insegnare anche come poter divenire una città intelligente e qui stendiamo un velo pietoso. Una città veramente intelligente, ne siamo sicuri, farebbe volentieri a meno di questi amministratori.

Unisciti alla conversazione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *