“Forza Stefano ti vogliamo a Firenze nelle stanze dei bottoni” parole di Donatella Cinelli Colombini, indicata dalla Regione come deputata in Fondazione Mps.

Veramente una cosa inopportuna, la nomina di Donatella Cinelli Colombini per la deputazione della Fondazione MPS, la regione Toscana farebbe bene a ripensarci ed indicare un altro nominativo. La signora Cinelli  Colombini è brava nel settore del vino e siamo i primi ad incoraggiarla in questa sua attività, ma la signora Donatella Cinelli  Colombini è stata assessore del Comune di Siena proprio nel periodo in cui la città, la Banca e la Fondazione, venivano devastate dalle gestioni politiche del PD. Il comune era ed è ente dominante della Fondazione e pertanto è inopportuna la nomina dell’ex assessore Cinelli  Colombini.
Ma ancor più imbarazzante è il fatto che il nome della signora Cinelli  Colombini, viene indicato per la deputazione generale dalla regione Toscana su proposta del PD. Molto imbarazzante, considerato che la signora del vino, durante la campagna elettorale per le regionali, aveva dichiarato il suo aperto sostegno al candidato, oggi consigliere regionale del PD (partito che ne ha proposto la nomina) Stefano Scaramelli con un ” Forza Stefano, ti vogliamo in regione” (frase della signora Cinelli  Colombini, leggi qui). Oggi la regione, stranamente, su proposta anche dello stesso Scaramelli, la indica per le nomine in Fondazione. Niente di più inopportuno di questa nomina.

Unisciti alla conversazione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *