Le liste di proscrizione e il tentativo del Valentini di ricreare un clima contro i blogger e la libera informazione

Il 25 aprile è il giorno in cui ci riconosciamo nei valori della Costituzione, conquistata con la lotta di liberazione. Una COSTITUZIONE conquistata per garantire la libertà e il diritto al lavoro e la libera espressione dei cittadini. Distruggere l’economia e negare la libertà di espressione viola la COSTITUZIONE!
Non era mai successo, nemmeno con Cenni e Ceccuzzi, che un sindaco utilizzasse il 25 aprile per una sua mera campagna elettorale, rifugiandosi nella FESTA di tutti per nascondere i suoi disastri politici e amministrativi. Il 25 aprile è di tutti i cittadini che si riconoscono nella COSTITUZIONE ITALIANA e non siamo noi a dirlo ma il presidente della REPUBBLICA.
E’ ora di finirla con questo gioco politico finalizzato a dividere per mera campagna elettorale.
Questo blog si riconosce nei valori universali di LIBERTA’ e DEMOCRAZIA e siamo antifascisti nel modo di operare e di esprimerci.
Anni fa in questa città, quando Valentini applaudiva il suo partito e i vertici della banca, esistevano delle liste di proscrizione contro i giornalisti non servili al groviglio e contro i blogger. Quelli che si riempiono la bocca con le lotte di liberazione, o stavano zitti o erano organici al sistema antidemocratico che ha distrutto il patrimonio di banca e fondazione e ha messo in crisi la città.
Oggi il Valentini, sindaco renziano della città, per far passare in secondo piano il suo rinvio a giudizio, il suo fallimento politico e amministrativo,  se la prende con i blog e i suoi fedelissimi sostenitori fanno altrettanto. Ed ecco che è ripartita la caccia ai blogger e il tentativo di intimidire Raffaele Ascheri, rientra in questa nuova ondata antidemocratica.
Consigliamo al Valentini la lettura degli scritti di Beppe Fenoglio: una lettura più utile e formativa dei suoi post su facebook. Quando non sarà più sindaco di Siena, quindi nel 2018, da cittadino potrà continuare a scrivere i suoi post. Il nuovo sindaco si occuperà del comune e farà più atti amministrativi che post sui social.
W la LIBERTA’ e W la COSTITUZIONE

Un abbraccio e tutta la solidarietà a Raffaele Ascheri!

3 comments

  • Grazie Carlone, come grazie al Santo ed ai tantissimi altri che mi hanno tempestato di telefonate e messaggi. Che dire? Ne avrei a bizzeffe, per ora mi limito a dire che questa collettività senese – nonostante le tante boccate – non ha ancora capito il ruolo del confronto e della informazione libera. Peccato, davvero…

    Dacci sotto, l’eretico

  • Io sto con il Sig. Francesco Chiantese; non c’è dubbio che sia un vero democratico ed antifascista … sopratutto nei toni e nel linguaggio.
    Invece il Sig. Bruno Valentini sempre così presente sui social, il PD tutto con le loro belle prove di democrazia applicata al territorio e tutti gli ex potenti dalla querela facile non hanno nulla da dire?
    Abbasso i blogger senesi notoriamente infettivi perchè costringono a pensare….in attesa di essere trasferito al reparto C mi firmo
    Luigi De Mossi

    • Tutti stiamo con Chiantese, come potrebbe essere altrimenti. Noi siamo per la giustizia, la libertà, l’uguaglianza, la pluralità e la democrazia. Chiantese non lo sa che, a Siena da anni, si sta combattendo una battaglia di resistenza contro il groviglio e i suoi complici, lui pensa al “reale” rischio fascista e a tutte le merde collaborazioniste. Viva Chiantese.

Unisciti alla conversazione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *