Utilizzano il tragico evento di David Rossi per la campagna elettorale. Alla città servono i fatti e non i veleni

Chiariamo subito tre cose fondamentali. Prima cosa. Il massimo rispetto per le scelte e le opinioni dei familiari di David Rossi, ben consapevoli comunque del ruolo che ha avuto lo stesso Rossi sia in  banca che in città e su questo, pur ribadendo il massimo rispetto per i familiari, non possiamo che rifiutare il tentativo di ribaltare la storia, con palesi azioni strumentali volte a  riabilitare chi aveva un ruolo gestionale negli anni dei disastri. Il nostro non è un rispetto ipocrita, come tanti che cavalcano la vicenda  per avere visibilità.

Seconda cosa. Pur con le critiche che si possono fare verso casi specifici, anche relativi all’attività dei blogger, ci dissociamo fermamente da questa campagna di delegittimazione sistematica nei confronti della magistratura, perché  a nostro avviso, questo clima non aiuta una chiara e necessaria valutazione delle vere responsabilità dei fatti che si sono svolti in  città.

Terza cosa. Abbiamo letto l’ìintervista di Piccini sul Corriere di Siena e francamente gli dobbiamo rispondere con fermezza, a lui e al giornalista che pubblica le interviste senza fare verifiche. Per giustificare le sue dichiarazioni nella trasmissione Le Iene, il Piccini afferma, che di quelle questioni ne avevano parlato anche dei “blogger in trasmissioni televisive”. I blogger non hanno mai parlato in televisione e nemmeno sui blog, di festini e di magistrati partecipanti a questi festini. Sia chiaro, una volta per tutte, che è ora di smetterla  di trascinare in modo strumentale i blog nella tragica vicenda di David Rossi!

Fatte queste precisazioni, possiamo affermare con molta tranquillità che il caso di David Rossi, viene utilizzato per la campagna elettorale sia dal Piccini, che dai Cinque Stelle di Siena e anche le presentazioni del libro di David Vecchi sulla vicenda, si sta per trasformare in un evento per dare un pulpito politico in vista delle elezioni comunali. Speriamo che David Vecchi non si faccia strumentalizzare da tutto ciò.

Quando ci saranno fatti concreti ne riparleremo, per ora stanno circolando veleni funzionali alla campagna elettorale. Questo blog è da sempre impegnato contro il groviglio e oggi ancor di più, visto che quel groviglio spera di rientrare in campo sfruttando tragici eventi. Ad maiora.

8 comments

  • È del tutto evidente che ci proveranno a cavalcarlo per le comunali e il Piccini ci sta provando. Lo stesso proveranno a fare i grillini e sperano di convincere Daniele Magrini per candidarlo a sindaco. Il PD spera di convincere Fulvio Bruni. Il De Mossi che avrebbe le carte in regola per vincere sta subendo un palese boicottaggio orchestrato sia per impedire l’accordo con il Neri (vedi la fronda interna dentro il gruppo del Neri capitana da Michele Taddei e Rossella Lezzi contro De Mossi) sia per far passare i suoi messaggi a livello mediatico. Vedremo come finirà.

    • Luciano per tua informazione il M5S non ha mai cavalcato nulla, ha solo sottolineato a gran voce quanto di corrotto sporco e mafioso esiste in questa città aiutando la vedova di David Rossi a farsi ascoltare quando nessuno voleva sentirla! Quindi prima di accomunare il M5S al gruppetto orripilante di cui parli, sarebbe opportuno che anche tu facessi un’analisi storica di ciò che affermi. Sono invece convinto che la morte di David , per coloro che stanno venendo alla ribalta ora, sia effettivamente l’unico modo che hanno per darsi di nuovo una certa visibilità.

  • La città non può vivere in eterno con questo clima avvelenato

  • Quando una comunità umiliata e offesa come la nostra, non esige la sua ‘Norimberga’, questo è il risultato.
    Campagne elettorali condotte con trucidità e clamore, proposte elettorali senza storie vere alle spalle se non opportunismi e velletarismo.
    Cosa si aspetta a far trionfare la linearità comportamentale di personaggi possibilmente nuovi e semplici nel loro sentire, nel loro vivere e nel loro esprimersi, senza evocare sempre le ombre lunghe dei ‘listoni’ dei papocchi e
    delle dietrologie?

  • iL BLOG CI SONO. INFORMATI PRIMA DI GETTARE FANGO SU UN GIONALISTA PROFESSIONISTA, che ha seriamente verificato.

    • Marrucci francamente non si capisce cosa voglia dire. Ci sembra di capire che ha qualche problema, non sappiamo con chi o cosa, di certo non possiamo aiutarla. Ci sentiamo di consigliarle di rivolgersi altrove. Buonaserata.

  • ma anche articoli, varie fonti. lo stesso Vacchi lo ha ribadito l’altro ieri. Quindi? si parla comuque di voci, i blogger non possono essere una prova. Quindi?

  • Ho letto e riletto l’intervento del sig. Marrucci, ma non ho capito a cosa si riferisse.
    Con tanta umiltà.
    Amanda (addetta alle relazioni esterne del sig. Hanzo)

Unisciti alla conversazione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *