Ma come si permette Mancuso di attaccare Padoan su Mps?

Purtroppo non siamo su “Scherzi a parte”. Leggere Mancuso che attacca Padoan su Mps assomiglia a quegli episodi di qualche decina di anni fa di “Ai confini della realtà” oppure, per essere più moderni, a quelli di “Black mirror”. Bene, riassumendo: il duo libero e uguale giusto a sé stesso, Rossi-Mancuso, vorrebbe pontificare su Mps e magari dettarci anche le soluzioni, senza minimamente avere quel pudore che inviterebbe chiunque al loro posto a tacere. Giusto per fare un po’ di storia recente della nostra città e della nostra provincia, siamo difronte a due personaggi politici che hanno cavalcato gli anni della Siena da bere, che sono stati nominanti (nel caso di Rossi come presidente della Regione) e nominati (come nel caso del Mancuso), per quanto riguarda Mps. Per non farci mancare niente, abbiamo anche la moglie di Mancuso che ha fatto parte di quella deputazione generale in Fondazione Mps, insieme a Mancini presidente, nonché assessore della giunta Ceccuzzi, allora grande amico e compagno di Rossi. Quindi la famiglia Mancuso con Mps, negli anni fatidici, pare averci avuto a che fare abbastanza, no? Avete capito? Perché altrimenti vi faccio un’ulteriore precisazione. Questi signori facevano parte di quel sistema che vedeva politica e banca a braccetto nelle decisioni, quelle decisioni che si realizzavano attraverso i nominati e chi aveva potere di nomina. Vi ricordate quando si parlava delle riunioni di partito in Via Rosi, a cui partecipava Rossi e l’argomento era Banca Mps? Per l’appunto una società quotata in borsa. Tutto a posto? Tutto regolare? Evidentemente si, passano gli anni e nonostante le rovine lasciate da questo sistema di fare le cose, certi personaggi politici ancora fanno politica e non vengono sfiorati minimamente dall’idea che avendo partecipato attivamente a quelle nefaste stagioni, dovrebbero soltanto e umilmente ritirarsi a vita privata e magari anche chiedere scusa. Mancuso, come Rossi, è fra coloro che hanno la responsabilità politico-morale sul caso Mps, e tante famiglie che hanno perso le loro certezze economiche, grazie a questo disastro, sanno dove guardare per capire chi era in quel momento a guidare politicamente certe scelte. Ed ora devo leggere che Mancuso attacca Padoan su Mps? Qui davvero si oltrepassa abbondantemente la barriera del ridicolo. Ad maiora.

Unisciti alla conversazione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *