Le Fulviadi

Dopo il flebile (per la verità) chiacchericcio degli ultimi giorni sulla possibile presenza di Fulvio Bruni nelle prossime elezioni comunali, finalmente l’interessato è uscito allo scoperto. E lo ha fatto diramando un comunicato stampa, il cui contenuto è stato letto molto attentamente da questa redazione. La prima cosa che è saltata subito agli occhi, e che non poteva non generare una domanda è stata: ma si tratta di un’autocandidatura o no? Si perché, a leggere bene, qualche incongruenza per la verità pare evidente. Ma andiamo con ordine.

Il Bruni scrive che “Devo innanzitutto premettere che nessun esponente politico mi ha mai fatto una reale proposta strutturata e definitiva per una eventuale candidatura a primo cittadino. Ho avuto, è verità, contatti con molti addetti ai lavori, anche di liste civiche attualmente in lizza” e solo qualche riga dopo, all’interno di quelle che lui definisce le condizioni per una sua discesa in campo scrive ancora: “Centralità di un percorso civico all’interno dei valori etici, morali, civili e dei diritti sociali che da sempre hanno ispirato la guida amministrativa della città; Condivisione del percorso con tutte le forze civiche e politiche progressiste e di centro sinistra che potrebbero aderire a tale progetto”.

Una domandina, a questo punto, sorge spontanea. La sua candidatura dove la vorrebbe posizionare? Perché a leggere in sequenza queste due, abbastanza antitetiche, affermazioni non è che si capisca molto bene. Ci spieghiamo meglio.

Prima dice di avere avuto contatti con le “liste civiche attualmente in lizza”, che salvo errori ed indipendentemente da quali possano essere, esprimono tutte un proprio candidato sindaco che si presenta in contrapposizione/opposizione alla coalizione di centrosinistra a trazione PD. Poi, subito dopo, dice di rifarsi ad un percorso civico “che da sempre hanno ispirato la guida amministrativa della città” e che tale percorso lo interpreta “con tutte le forze civiche e politiche progressiste e di centro sinistra che potrebbero aderire a tale progetto”. Ci scusiamo se il nostro acume ha dei limiti, ma onestamente la cosa è un po’ bizzarra. In buona sostanza, se uno ha contatti con addetti ai lavori delle liste civiche di opposizione ci si chiede come poi, al tempo stesso, metta sul piatto come condizione quella di farsi sostenere, in soldoni, dal PD.

La sensazione, e non ce ne voglia Fulvio Bruni, è che a lui personalmente non dispiacerebbe essere candidato da qualcuno (liste civiche di opposizione, Pd, etc… Ci scusiamo con i lettori per la vaghezza del dettaglio, ma dal suo comunicato non si capisce benissimo. In fin dei conti il suo nome era stato tirato fuori anche la volta scorsa, anche se poi alla fine venne ‘bruciato’, come si suol dire), ma vorrebbe che alla sua candidatura partecipasse, sostanzialmente, quasi tutto l’arco costituzionale delle forze politiche in campo, così giusto per evitare rischi. Concludiamo queste riflessioni con il quesito dei quesiti: chi saranno mai stati questi “addetti ai lavori” con cui ha avuto contatti?

P.s. Giusto un ultimo e umile suggerimento. Caro Fulvio, se proprio hai la voglia di ricevere da qualcuno una candidatura, generalmente il percorso è quello inverso rispetto a quanto fatto da te. Di solito alcuni “capoccia” si mettono insieme, firmano un documento in cui pubblicamente dicono chi è la persona giusta come candidato e un paio di giorni dopo il soggetto in questione risponde – sempre pubblicamente – ringraziando e accettando la sfida. Così, e non ce ne volere, sembra proprio che alla fine sia più te che altri a voler essere candidato con il rischio, assai concreto, che il nome venga bruciato per la seconda volta….

3 comments

  • Chi sono questi “addetti ai lavori”?

  • Della sua esperienza in consiglio comunale col PD non dice nulla,non se lo ricorda il dott. Bruni?

  • Sono totalmente favorevole alla candidatura del Bruni a sindaco di Siena. Farà meno danni di quanti ne ha prodotti al pronto soccorso. Speriamo che il prossimo dirigente, nel caso non sia eletto ne dal Rossi ne dalla banda Bindi !

Unisciti alla conversazione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *