Chi viene a Siena a sostegno del nuovo groviglio Valentini-Piccini? Arriva Carlo Calenda ex braccio destro di Luca Cordero di Montezemolo. Vi ricordate Emilio Botin del Santander (operazione Mps-Antonveneta)?

Perché  la sinistra ha perso e sta perdendo elettori tra la gente comune e soprattutto, nel popolo storico della sinistra? Perché il gruppo dirigente ha affidato e sta affidando la gestione del partito a personaggi che nulla hanno a che vedere con l’anima popolare della sinistra e nel contempo si sono dimostrati poco lungimiranti per dare risposte concrete al mondo economico. Tra questi personaggi che, dopo l’esperienza politica con Mario Monti, è entrato nel magico mondo renziano, ci troviamo Carlo Calenda, ex braccio destro di Luca Cordero di Montezemolo ed ex direttore generale dell’interporto di Nola.

Sono mesi che sui social e nelle televisioni il sig. Calenda si presenta come un discontinuatore e un rinnovatore, ma caso strano ce lo ritroviamo a Siena a sostegno del vecchio sistema che ha portato alla crisi la Banca e la Fondazione, mortificando tutta la città. Carlo

Per capire chi è Calenda, bastano le parole dello scrittore Fulvio Abbate: ”Carlo Calenda, figlio della regista e scrittrice Cristina Comencini, spermatozoo d’oro della Roma borghese dalle insegne artistico-intellettuali, l’Urbe dei quartieri con prenotazione obbligatoria, tra Villa Balestra a Monti Parioli e piazza Caprera nel cuore di gnomo del Quartiere Trieste, fa di meglio. Mai sfiorato dal bisogno d’essere un rivoluzionario, un incendiario, un Franti, assodato che non è neppure nella sua natura, nella sua indole, nel suo peso-forma da circolo di canottieri affacciato sul Tevere. Calenda preferisce piuttosto affiancarsi al proverbiale Luca Cordero di Montezemolo, che infatti lo porterà fin da subito alla Ferrari con ruoli di responsabile gestione relazioni con i clienti e con le istituzioni finanziarie.”

Mercoledi 20 giugno il sig. Calenda sarà a Siena per sostenere il nuovo groviglio Valentini-Piccini e ci viene da ex ministro, quindi senza nemmeno un ruolo utile per rappresentare le istanze concrete della città e del mondo economico cittadino.Viene solo a Siena per fare propaganda, poi il giorno dopo ritornerà sui social e nelle televisioni per raccontare e parlare di modelli politici all’opposto di quelli rappresentati dal groviglio Valentini-Piccini. La città di Siena e la politica in generale, può fare a meno di Calenda.

Ma Calenda è stato braccio destro di Montezemolo, proprio negli anni in cui lo stesso Montezemolo era grande amico di Don Emilio Botin (il famoso presidente del Santander). Il Santander era sponsor della Ferrari con a capo Montemzemolo e Don Emilio Botin portava a compimento l’operazione Antonveneta con il Monte dei Paschi. Per la cronaca,Luca Cordero di Montezemolo fu tra quelli che applaudirono per l’operazione Antoneventa. E’ inutile aggiungere altro!

Chi ci sarà domani con Calenda a fare propaganda per il groviglio Valentini-Piccini? Ci sarà un signore che non potrebbe figurare in una campagna elettorale. Il PD ha diffuso la locandina dell’iniziativa di domani e ha scritto che a sostegno di Valentini-Piccini ci sarà Fabrizio Landi, specificando che ci sarà in qualità di presidente di Toscana Life Sciences. Ma quelli del PD e lo stesso Landi, sono consapevoli che la Fondazione Toscana Life Sciences non può fare campagna elettorale, compreso il suo presidente? Basta leggere chi sono i soci fondatori per capire alla svelta che domani Fabrizio Landi non può fare campagna elettorale per un candidato  sindaco: ”I soci fondatori di TLS sono la Regione Toscana, la Fondazione e la Banca Monte dei Paschi di Siena; la Provincia di Siena; le Università di Siena, Pisa e Firenze; le Scuole di alta formazione Sant’Anna e Normale di Pisa e l’Istituto di alti studi Imt di Lucca; l’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, il Comune e la Camera di Commercio di Siena”.

Questa sera alle ore 21:00, presso l’ex Hotel degli Ulivi (zona Viale Bracci), partecipate numerosi all’iniziativa organizzata dai bloggers senesi. Ci sarà da ascoltare  tante cose non dette e molte novità, oltre a poter partecipare direttamente.

(nelle foto Calenda con Montezemolo e Botin con Montezemolo)

5 comments

  • È veramente triste l’analisi genotipica e fenotipica di chiunque abbia l’ardire di parteggiare per i butch cassidy e sundance kid senesi. Tutta orientata sul “tizio è amico di caio che è cugino di sempronio che era cognato di uno che giovava a beach volley con Mussari”. Metodi da gogna mediatica del peggior giornalismo. Rispolverare Goebbels per affondare Valentini con il suo bastimento.
    Triste, non trovo altro aggettivo.

    • Sono dinamiche importanti, che andrebbero capite e interpretate proprio per dare spiegazione a come si innescano certi disastri. Quello che è veramente triste è la limitatezza di certe vedute e di certe considerazioni come le tue, ma l’esperienza, soprattutto a Siena, ci insegna che non possiamo pretendere tanto, d’altronde non “si ricava il sangue dalle rape”. Buona giornata.

      • Le dinamiche sono semplici, ci sono delle elezioni e per de mossi arrivano a siena la mussolini, la meloni, salvini ed una carovana di splendidi politici dal curriculum immacolato mentre per valentini arrivano altri politici d’area che puntualmente vengono vivisezionati ed aggrovigliati dai pretoriani dell’avvocato. La dinamica è solo questa. Questi giudizi sommari vagamente diffamatori per me sono solo una solida base per nuovi grovigli, le differenze con il passato si dovrebbero evidenziare anche con nuovi metodi (non fare agli altri ciò che è stato fatto a te stesso). Ma io sono una rapa…

  • Il sig. A.B. che commenta ovunque,invece di fare il professorino,farebbe prima a dire che è un sostenitore del Piccini.Questi commentatori che fanno i finti indignati sono il vero ossigeno dei grovigli.

    • Ho scritto che ho votato Piccini al primo giro ed ho anche scritto che non voterò domenica, del resto non ho nessuna pretesa di essere letto nelle mie cicliche esternazioni.

Unisciti alla conversazione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.