Grande partecipazione all’iniziativa dei bloggers senesi: il 24 giugno tutti a votare!

Grazie a tutti per la grande partecipazione all’iniziativa dei bloggers senesi.
IL Santo, L’Eretico, Wiatutti e Bastardo Senza Gloria, in piena autonomia, con la propria visione dei fatti e raccontando le vicende degli ultimi anni, hanno aperto una riflessione in vista del ballottaggio del 24 giugno. Il nostro impegno per la libertà d’informazione e per dare un contributo al cambiamento in questa città è sempre stato scevro da condizionamenti,  i veri sacrifici li abbiamo fatti noi e non il sig. Piccini, che per giustificare il suo abbraccio con Valentini, ha detto che si è “sacrificato”. Il vero sacrificio è stato fatto dai molti che hanno subito angherie, la perdita del proprio posto di lavoro, o che hanno dedicato giornate intere al servizio della comunità senza ricevere prebende o poltrone. La serata dei bloggers è servita anche per denunciare pubblicamente il nuovo groviglio Valentini-Piccini e per mandare un messaggio a tutti coloro che negli ultimi 15 anni si sono impegnati per cambiare lo stato delle cose: Valentini-Piccini è lo stesso groviglio che abbiamo contrastato negli ultimi anni. Il 24 giugno difendiamo la dignità della nostra città e nelle urne voltiamo pagina. Care elettrici e cari elettori di sinistra, di centro, di destra e dei cinque stelle, domenica andiamo tutti a votare e mandiamo un forte segnale di cambiamento. Durante la campagna elettorale per il primo turno non abbiamo fatto appelli al voto e avevamo già deciso che in caso di ballottaggio ci saremmo schierati o con De Mossi, o con Massimo Sportelli,  mai con Piccini che aveva già fatto accordi con il PD. Il 24 giugno al ballottaggio ci sarà Luigi De Mossi, e noi, così come avremmo fatto per Sportelli, voteremo per il cambiamento con Luigi De Mossi.
RICORDIAMO A TUTTI CHE LUIGI DE MOSSI È SEMPRE STATO IL DIFENSORE DELLA LIBERTÀ DI STAMPA E HA SEMPRE PRESO POSIZIONE A DIFESA DEI LAVORATORI; CI PIACE RICORDARE IL SUO IMPEGNO PER I DIPENDENTI DELL’UNIVERSITÀ E DELLA BANCA. GLI ALTRI PENSAVANO ALLE POLTRONE, DE MOSSI ERA CON IL POPOLO.

2 comments

  • E pensare che non me n’ero accorto, ero stato difeso da de mossi in tutti questi anni senza capirlo.
    Bel proclama, ma a me continua a ricordare il nazional-socialismo.
    ps ragazzi attenti, da oggi smetteró di molestare nei blog, ma se poi dovesse comparire qualche strapuntino per chiunque di voi, romperó i coglioni fino a consumarveli.

    • Comunque sei veramente un bel soggetto, sei ancorato a degli stereotipi vecchissimi, secondo te basta due scambi liberi e belli sul blog per ritenere di rompere le scatole o molestare? Noi siamo radicali, siamo per i microfoni liberi e aperti, siamo senza filtri, per quanto ci riguarda puoi continuare all’infinito. Lo strapuntino, parliamo per noi, non ci piace, o ci danno una carica con i contro….c… oppure non accettiamo. Sul nazional-socialismo sorvoliamo, secondo noi non ci credi neanche te a una cavolata del genere. Buona serata A.B., sappi che quando sarà tutto omologato (se lo sarà) ti mancheremo. Forza è……

Unisciti alla conversazione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.