Lettera aperta al nuovo sindaco di Siena

Caro Luigi,
per noi, come per tutti i senesi, sei il sindaco eletto democraticamente e sei risultato vincente con coerenza e trasparenza. Da oggi sei il sindaco di Siena e saremo i primi a rispettare la separazione tra il tuo ruolo istituzionale dal nostro storico rapporto d’amicizia. Con la tua vittoria cambia anche il livello dei rapporti: le istituzioni sopra qualsiasi interesse personale e i rapporti personali ben distinti dagli interessi supremi della città. La città con la tua elezione ha voltato pagina e la campagna elettorale è finita.
I veri sconfitti sono tutti quei personaggi che hanno sottovalutato la tua determinazione e si sono permessi di etichettarti e di etichettare i tuoi sostenitori. I partiti e le forze politiche che hanno voluto ideologizzare la campagna elettorale, non avevano capito e continuano a non capire che hai vinto grazie al voto popolare e gli elettori hanno premiato la tua personale campagna elettorale. Hanno sbagliato sia i partiti sia alcuni comunicatori e giornalisti,  aizzando l’elettorato con “votate Valentini per sconfiggere Salvini”. Loro perdevano tempo con questi slogan, l’elettorato invece aveva maturato la consapevolezza che si votava per decidere se voltare pagina con un candidato civico che aveva ottenuto anche l’appoggio del centrodestra, o se restare nella palude con il candidato del groviglio e degli apparati. Hai vinto perché è passato il messaggio che era ora di voltare pagina. E mentre gli altri utilizzavano i soliti apparati e la supponenza di certi comunicatori, ti sei presentato alla città con tre giovanissime collaboratrici, Elena Casi, Viola Barresi e Elena Bruno, facendo una campagna elettorale dignitosa e trasparente.
La svolta poi è arrivata quando hai deciso di non fare apparentamenti formali e hai giustamente preferito aggregare, senza scambi di poltrone in consiglio comunale, tutto il movimento civico.
Hai segnato una svolta per tutta la politica cittadina. Ora la campagna elettorale è finita e hai la responsabilità istituzionale di unire la città per superare gli scontri decennali, ricordando a tutti che è finito il tempo delle pressioni improprie nei confronti di chi la pensa diversamente e che sono finite le pressioni improprie in tutti i luoghi di lavoro e in tutte le istituzioni cittadine. Si volta pagina e si cambia mentalità,  riportando al centro dell’amministrare gli interessi e la dignità dei cittadini.
Concludiamo ricordando ai cantori del vecchio sistema che il 24 giugno la città si è ripresa la dignità perduta e che sarebbe l’ora di smetterla con bischerate tipo “sono fascisti” o “l’onda nera”. Il nuovo sindaco è un vero democratico ed è sempre stato in prima linea a difesa della libertà di stampa e dei lavoratori.
Caro Luigi, ora voltiamo pagina concretamente e buon lavoro.

(La foto di copertina è stata presa dal sito Siena Free)

5 comments

  • Abito a Roma da più di venti anni, ma soffrendo ogni giorno per la mia Sienina e disprezzando profondamente tutti coloro che l hanno umiliata, il “groviglio” di mestieranti e e politici per caso, di dirigenti bancari e un partito cinico e privo di rispetto per la nostra città.
    Ho temuto tanto che l appoggio di Piccini, persona che disistimo assai e che invito a dedicarsi a viaggi e mostre, potesse permettere lo status quo ndfasto per Siena.
    E invece no, il nostro spirito ghibellino ha finalmente trovato il modo di uscire fuori. Grazie sindaco, grazie a voi dello Stanzino siete importanti e lo siete stati molto in questi anni. In piazza del Campo ci nasce la verbena e noi ne siamo fieri

  • Concordo con lo spirito della vostra lettera.Il nuovo sindaco però deve rispettare i suoi impegni campagna elettorale:una giunta seria e competenze e basta con nomine e incarichi imbarazzanti.Altrimenti non non ci sarà nessun “VoltiamoPagina”.

  • Segnale di rinnovamento con gli incarichi alla Casi e alla Barresi.Per ora mi fermo qui.

  • Mi avete convinto a non andare al mare,il duo Piccini Valentini era invotabile.Mi avete convinto a votare Demossi,e stamani leggo della nomina di Tacconi.Meglio il mare….

  • Dopo tanto tempo sono felice di scrivere ancora un commento su un blog. Apprezzo da sempre l’impegno e quello che hanno fatto i blogger per Siena negli anni bui del groviglio e sono molto contento dell’elezione di De Mossi (non esaltato come qualcuno che parla di “liberazione”…così come chi parla di “onda nera”) , mi aspetto dai blogger lo stesso spirito di critica e di osservazione che c’è stato fino ad oggi.
    E questa lettera è un messaggio serio e coerente al nuovo Sindaco.
    P.S. La campagna elettorale è finita, anche quella per le elezioni Politiche. Speriamo che anche Salvini, Ministro dell’Interno ospite al Palio non usi ancora la nostra città come SUO sponsor elettorale…non solo dai Sindaci ma anche dal Governo centrale ci si aspettano fatti e non solo parole.

Unisciti alla conversazione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.